Fiscalità locale

Il quadro della finanza locale si è caratterizzato, negli ultimi anni, essenzialmente per due fenomeni: il
continuo aumento della pressione tributaria locale e il continuo taglio dei trasferimenti erariali ai Comuni.
In questo quadro, gli Enti Locali che intendono rispettare i vincoli sugli equilibri di bilancio senza
penalizzare i servizi ai cittadini e che intendono mantenere alto lo standard qualitativo dei servizi
medesimi, devono poter agire efficacemente nell’utilizzo della leva fiscale.

Una decisa lotta all’evasione
fiscale è un elemento da cui non si può prescindere per assicurare entrate aggiuntive e, soprattutto, per
ampliare la platea dei contribuenti a vantaggio dei gettiti ordinari, senza dover ricorrere ad aumenti di
aliquote e tariffe.
Gli Enti Locali sono oggi chiamati a contrastare i fenomeni di evasione fiscale anche per motivi di equità
sociale. Non c’è alcun dubbio, infatti, che solo un allargamento della platea dei contribuenti e il
conseguente aumento delle risorse ordinarie per il Comune, può portare a un taglio del carico fiscale per i
contribuenti onesti. La lotta all’evasione è, quindi, un tema cruciale che deve essere molto di più di uno
slogan e che deve tradursi in “sostanza” e in ”risultati”.

È una via obbligata per avere certezza dei gettiti e per ottenere un’equa ripartizione dei carichi tributari e tariffari.